Rari Nantes Frosinone stop coronavirus

Immagine e notizie dalla Rari Nantes Frosinone Pallanuoto, in foto il coach Fabrizio SPINELLI
Immagine e notizie dalla Rari Nantes Frosinone Pallanuoto, in foto il coach Fabrizio SPINELLI

Rari Nantes Frosinone stop coronavirus

L’Automotive Rari Nantes Frosinone Pallanuoto, un primo bilancio in questa settimana di stop

 

La FIN ha deciso: stop a ogni attività, campionato e competizione fino a domenica 1 marzo inclusa. Lo sport, in questo caso acquatico, si ferma per tamponare l’emergenza coronavirus. Circoscrivere e rallentare la diffusione dell’epidemia è una necessità. Ma è altrettanto necessario non creare allarmismi e cercare di continuare a vivere ognuno la propria normalità. La nostra, ovviamente, sa di cloro, calotte e palloni: in una parola, di pallanuoto. E allora sfruttiamo questa pausa forzata sia per faticare in acqua in vista della ripresa, sia per tirare una linea e tracciare un bilancio parziale sulle attività di tutta la Rari Nantes Frosinone.

Iniziamo dai più piccoli di casa Rari Nantes, gli U11. I nati 2009 e seguenti da due anni stanno svolgendo un gran lavoro insieme a coach Federico Ceccarelli. E, dopo qualche boccone amaro, vivono in questa stagione un momento davvero d’oro, impreziosito dai tanti risultati positivi raccolti in ogni torneo a cui i nostri leoncini hanno partecipato. È chiaro che, soprattutto a questa giovanissima età, il punteggio finale della domenica sia l’ultima cosa che tecnico e società vanno a guardare. Ma è soprattutto per bambini e genitori che siamo contenti: le vittorie generano entusiasmo e sull’entusiasmo si lavora meglio, quasi senza avvertire il peso della fatica e dei sacrifici che atleti e famiglie fanno ogni giorno per essere presenti a tutte le attività.

Discorso simile e stesso allenatore anche per la categoria U13. Inseriti nel girone 2, i nostri ragazzi sono secondi a quota 12 punti, solo tre in meno della capolista RN Roma Vis Nova. Proprio all’Eschilo 2, alla prima giornata, i leoncini di coach Ceccarelli hanno subito l’unica sconfitta del loro campionato. Da lì in avanti quattro vittorie consecutive. E all’orizzonte c’è il derby contro il Bellator, in programma il prossimo 8 marzo. Anche per i nati 2007 e seguenti vale quanto scritto sopra: il lavoro degli ultimi anni sta finalmente pagando, sia in termini di crescita individuale che di risultati. La strada intrapresa è quella giusta: bisogna continuare così.

Senza dubbio chi vive il periodo meno solare in casa gialloblù è l’U15. Il gruppo, allenato da coach Andrea Di Martino, è comunque molto giovane, farcito di tanti ragazzi sotto età. Se i risultati fin’ora sono venuti meno, spesso anche per un pizzico di sfortuna, quello che non è mancato è senza dubbio l’impegno negli allenamenti. Un anno di transizione è quasi fisiologico quando non ci sono tanti ragazzi di categoria. Ma è proprio in questi momenti che bisogna stringere i denti e lavorare ancora di più: i risultati arriveranno. Inserita nel girone 2 dell’U15 regionale, la squadra ciociara è fanalino di coda a 1 punto, conquistato contro i terzi in classifica del Meeting Genzano. Si può fare di più.

L’U17, allenata da Fabrizio Spinelli, partecipa al girone E dell’U17 nazionale B. Dopo cinque giornate, i ciociari sono a quota 6 punti, secondi a pari merito con altre tre squadre. Guida la graduatoria l’F&D H2O a 12 punti, mentre le altre sono tutte a 6. Pesante, purtroppo, l’ultima sconfitta casalinga per 10-11 contro il Manianpama: una vittoria avrebbe potuto lanciare la Rari Nantes al secondo posto solitario. Il gruppo 2003/04 è comunque valido e con individualità interessanti: tutti ci aspettiamo una grande seconda parte di stagione da questi ragazzi.

Coach Fabrizio Spinelli è alla guida anche dell’U20 nazionale della Rari Nantes Frosinone, quarta nel girone F. I nostri ragazzi erano partiti fortissimo, con due vittorie nelle prime due giornate. Peccato, però, che siano rimaste anche le uniche: da lì in poi tre sconfitte e un pareggio, rimediato nell’ultima partita contro il Latina, ultimo a 1 solo punto. Tantissimi sono gli U17 che giocano anche in questa categoria, a testimonianza della linea verde che la società porta avanti da anni. Far giocare tanti atleti sotto età significa far fare loro due campionati l’anno e guadagnare tanta esperienza per farli crescere più possibile.

Per ultima, ma non per importanza, la nostra prima squadra. Costruita già dall’estate scorsa con grandi ambizioni, il gruppo di coach Spinelli ha rispettato quasi in pieno i pronostici. I gialloblù viaggiano a quota 14 punti in classifica, frutto di quattro vittorie e due pareggi raccolti in queste prime sei giornate di campionato e sono secondi alle spalle del De Akker Team. Nonostante qualche difficoltà iniziale, sembra che ora i nostri ragazzi abbiano trovato la compattezza giusta. La strada da fare, ad ogni modo, è ancora tanta: mancano esattamente due terzi della regular season e tutto può ancora succedere. Servirà aumentare i giri del motore e mantenere lo spirito di sacrificio visto nell’ultima partita contro la Basilicata Nuoto 2000. Insieme si può.

 

Andrea Esposito

Addetto stampa R.N. Frosinone